Il colpo di frusta è risarcibile

Spesso abbiamo sentito dire che il colpo di frusta di fatto non fosse più pagato dalle compagnie di assicurazione; questo messaggio che hanno cercato di inculcarci per anni sta dando i frutti desiderati dalle compagnie stesse, così che l’automobilista, dopo un incidente stradale pur avendo ragione, viene liquidato con poche centinaia di euro.

Risarcire ottiene l’ennesima vittoria contro le assicurazioni

In molti casi l’automobilista stesso o il passeggero non si recano più al pronto soccorso nonostante abbiano diversi dolori sia al collo che alla schiena; tutto questo ha favorito indiscutibilmente le compagnie che hanno aumentato gli introiti di anno in anno.

All’orizzonte vi è una speranza, viene definito l’ultimo baluardo della giustizia con la G maiuscola: stiamo parlando di studio Risarcire con due uffici presenti nel territorio veneto, uno a Portogruaro, l’altro a San Donà di Piave. Questa infortunistica stradale che da sempre lavora per il bene dei più deboli, di ciò ne ha fatto il suo cavallo di battaglia, con un pool di avvocati a seguito; ha combattuto e combatte in prima linea per difendere i diritti inviolabili nelle cause di incidenti stradali, malasanità (sia umana, che animale), incidenti molto gravi anche con conseguenze rilevante fino alla morte.

Nell’intervista con il titolare il Signor Tricomi Manuel ci rivela:
Noi da sempre siamo dalla parte della persona che dopo un incidente, o altro, si trova sperduta, confusa, non sa dove portare il veicolo non avendone un altro con cui potersi muovere, non sa il valore del danno o a che medico rivolgersi. A tutto questo, noi di Risarcire sappiamo dare delle risposte concrete, con la serietà e trasparenza, aggiornandoci continuamente frequentando corsi in modo tale da essere sempre pronti agli innumerevoli cambiamenti che questa materia in continua evoluzione comporta; in fondo non possiamo affrontare questioni così delicate come la salute delle persone senza un’adeguata preparazione.
Un altro aspetto rilevante è che le pratiche seguite dal nostro studio non necessitano di anticipo costi; siamo convenzionati con i migliori centri medici e fisioterapici della zona, e nel caso dovessimo andare in causa con i nostri avvocati saremo noi ad anticipare le spese. Per noi il cliente è al centro dell’universo e perciò cerchiamo di tutelarlo nel miglior modo possibile.

Negli ultimi tempi abbiamo vinto diverse cause per conto di nostri clienti i quali si vedevano negare, da parte delle compagnie di assicurazione, il risarcimento del colpo di frusta a seguito di un tamponamento.

Di seguito vi pongo alcuni esempi:

  • Il giudice di pace di Portogruaro con sentenza (causa civile iscritta al n. 3 dell’anno 2014) condanna “Vittoria Assicurazioni” a pagare il danno avuto alla nostra cliente per diverse migliaia di euro
  • Il giudice di pace di S. Vito al Tagliamento (causa civile n. 15/2014) condanna la compagnia “Assimoco” a pagare diverse migliaia di euro ad una nostra cliente che veniva tamponata in autostrada e che inizialmente la compagnia di assicurazione non voleva assolutamente risarcire
  • In un altro recente caso un nostro cliente si trovava in colonna quando veniva tamponato da un altro veicolo, la compagnia di assicurazione “Allianz” offriva un risarcimento modesto rispetto al danno subito mentre con sentenza del giudice di pace di Portogruaro (n. 53 /2015) veniva condannato ad un risarcimento più cospicuo rispetto alla loro offerta iniziale

Tutto ciò per ribadire che vi sono ancora persone che credono nella giustizia e non si fanno intimorire.