Loading...

Guida in stato di ebbrezza

CONTATTACI

Cosa si rischia quando si guida in stato di ebbrezza? Soprattutto, cosa si rischia se si provoca o si è coinvolti in un incidente stradale quando si risulta in stato di ebbrezza?
Oltre al fatto che, in primis, si mette a rischio la propria vita e si può mettere in pericolo la vita altrui, per chi guido ubriaco scatta la sanzione che varia a seconda del quantitativo di alcool trovato nel sangue, che è misurato in grammi su litri di sangue (g/l).


Se il tasso alcolemico è inferiore a 0,5 g/l non scatta nessuna sanzione.
Se il tasso alcolemico è compreso tra 0,5 e 0,8 g/l scatta la sanzione amministrativa da 532 € a 2127 € e, in aggiunta, c’è anche la sospensione della patente da 3 a 6 mesi.
Se il tasso alcolemico è compreso tra 0,9 e 1,5 g/l scatta il reato di guida in stato di ebbrezza e la sanzione in questo caso è duplice ovvero sia amministrativa che penale. Oltre che la multa da 800 € a 3200 € è possibile l’arresto fino a sei mesi e la sospensione della patente da sei mesi ad un anno.
Se il tasso alcolemico supera 1,5 g/l la sanzione sia penale che amministrativa consiste nella multa da 1500 a 6000 €, arresto da sei mesi ad un anno, sospensione della patente da uno a due anni e sequestro dell’auto se intestata al conducente pari alla durata della sospensione della patente.
Nel caso che il conducente nei successivi due anni venga sorpreso nuovamente a guidare in stato di ebbrezza, quindi recidivo, è prevista la revoca della patente.
Nel caso in cui il conducente in stato di ebbrezza provochi un’incidente stradale con altre auto o vada fuori strada urtando alberi, cartelli ecc., le sanzioni saranno raddoppiate con fermo amministrativo dell’auto di 180 giorni se a lui intestata, e, nel caso in cui il tasso alcolemico superi 1,5 g/l, la patente è revocata.
La cassazione penale ha però recentemente precisato che la guida in stato di ebbrezza è aggravante dell’incidente stradale solo se c’è il rapporto causa effetto tra l’incidente e la guida in stato di ebbrezza, quindi la sanzione verrà raddoppiata solo nel caso in cui si dimostri che l’incidente sia stato provocato dall’alterazione del conducente.
La vita è piena di imprevisti…l’importante è non andarsela a cercare.
Per fortuna però quando succede qualcosa, Risarcire c’è! Perché ti aiuta, ti tutela e ti fa ottenere il giusto risarcimento!
Sei stato vittima di un incidente stradale e non sai bene come comportarti in questa spiacevole situazione? CLICCA QUI per poter essere ricontattato senza impegno dal nostro team, in modo da poterti aiutare per qualsiasi tua esigenza, dubbio o problema.

Cosa si rischia quando si guida in stato di ebbrezza? Soprattutto, cosa si rischia se si provoca o si è coinvolti in un incidente stradale quando si risulta in stato di ebbrezza?
Oltre al fatto che, in primis, si mette a rischio la propria vita e si può mettere in pericolo la vita altrui, per chi guido ubriaco scatta la sanzione che varia a seconda del quantitativo di alcool trovato nel sangue, che è misurato in grammi su litri di sangue (g/l).


Se il tasso alcolemico è inferiore a 0,5 g/l non scatta nessuna sanzione.
Se il tasso alcolemico è compreso tra 0,5 e 0,8 g/l scatta la sanzione amministrativa da 532 € a 2127 € e, in aggiunta, c’è anche la sospensione della patente da 3 a 6 mesi.
Se il tasso alcolemico è compreso tra 0,9 e 1,5 g/l scatta il reato di guida in stato di ebbrezza e la sanzione in questo caso è duplice ovvero sia amministrativa che penale. Oltre che la multa da 800 € a 3200 € è possibile l’arresto fino a sei mesi e la sospensione della patente da sei mesi ad un anno.
Se il tasso alcolemico supera 1,5 g/l la sanzione sia penale che amministrativa consiste nella multa da 1500 a 6000 €, arresto da sei mesi ad un anno, sospensione della patente da uno a due anni e sequestro dell’auto se intestata al conducente pari alla durata della sospensione della patente.
Nel caso che il conducente nei successivi due anni venga sorpreso nuovamente a guidare in stato di ebbrezza, quindi recidivo, è prevista la revoca della patente.
Nel caso in cui il conducente in stato di ebbrezza provochi un’incidente stradale con altre auto o vada fuori strada urtando alberi, cartelli ecc., le sanzioni saranno raddoppiate con fermo amministrativo dell’auto di 180 giorni se a lui intestata, e, nel caso in cui il tasso alcolemico superi 1,5 g/l, la patente è revocata.
La cassazione penale ha però recentemente precisato che la guida in stato di ebbrezza è aggravante dell’incidente stradale solo se c’è il rapporto causa effetto tra l’incidente e la guida in stato di ebbrezza, quindi la sanzione verrà raddoppiata solo nel caso in cui si dimostri che l’incidente sia stato provocato dall’alterazione del conducente.
La vita è piena di imprevisti…l’importante è non andarsela a cercare.
Per fortuna però quando succede qualcosa, Risarcire c’è! Perché ti aiuta, ti tutela e ti fa ottenere il giusto risarcimento!
Sei stato vittima di un incidente stradale e non sai bene come comportarti in questa spiacevole situazione? CLICCA QUI per poter essere ricontattato senza impegno dal nostro team, in modo da poterti aiutare per qualsiasi tua esigenza, dubbio o problema

CONTATTACI
HOME
2019-03-01T10:53:38+00:001 Marzo 2019|